Se la casa brucia

Se la casa brucia
Piango

Con le lacrime provo a spegnere il fuoco
Fuggo perché non ne ho abbastanza
Prendo ciò che posso dalla stanza.
Sotto braccio le chiavi, gli spicci, le foto
E un libro di banana yoshimoto.
Apro il terzo cassetto dall’alto
Dove ho lasciato                                    Dieci minuti di tempo ritrovato
Quando dalle scale sono caduto
E prima sono arrivato.
Sveglio le piante affacciate sul balcone
Ma sono piantate quelle stupide
Mi gridano: “Salvati! Coglione!”
Mentre il mio letto sfatto
Diventa il talamo di didone
Il fuoco si argina intorno
ad un corpo che dorme morto:
Un soldato senza armatura
Le labbra contrite dalla paura
Forse un presagio di vita futura.

Annunci

Anima nera

Anima nera non mi cercare
Gioco di pane stammi vicino
Che la strega non mi vuole bambino.
Anima nera non mi toccare
Settanta colpi ho nella tasca
Uccido tumori nella testa.
Anima nera stammi lontano
Babbo racconta le parabole di Gesù
Ma odio la matematica ora di più.
Anima nera non mi stressare
Dammi dei soldi piuttosto
Ho da mangiare di nascosto.
Anima nera non ti fidare
Sono cattivo e maldestro
Uso il braccio quello sinistro.
Anima nera lettere non spedire
Conosco il tuo postino
Gli brucio la casa e il motorino.

Mi chiamo Neve

Mi chiamo neve
Vedo le cose con le mani.
Ho seni piccoli, rotondi e magici:
Posso costruire ponti.

Mi chiamo neve
La domenica soffro per voi.
Spazzo le briciole da sotto il tavolo
e le regalo ai passeri.
Ho gli occhi grigi,
mangio pistacchi,
gioco col respiro.

Mi chiamo neve
Sono figlia di una scimmia,
partorita nella casa di Dio
mentre la radio passa Lucio Dalla.

Mi chiamo neve
sono una ballerina
col silenzio ci faccio l’amore.
Amo i cappelli, le sciarpe arcobaleno,
gli alberi spogli di significati
e di palle di Natale.

Mi chiamo neve
sto con la rivoluzione della madre
e sto anche seduta vicino al fuoco
con tanta paura.

Mi chiamo neve
ho un orso domestico.
Lo accudisco, lo nutro,
dorme accanto al mio letto.
Quando è freddo gli permetto
di venire insieme sotto la coperta.

Mi chiamo neve
sul mare e sulla montagna
sui dubbi e sulla polvere
mi poso
Come la sposa sullo sposo.

Mi chiamo neve
non sono felice
sono la felicità
del suo riposo.